SurfCasting – i calamenti da utilizzare

Nel SurfCasting non basta acquistare l’attrezzatura di qualità ed essere in grado di fare un buon lancio per portare le esche nella zona di strike ideale, è anche importante saper fare i calamenti da SurfCasting con lenze, girelle, ami e piombi.

Non hai voglia/tempo/non lo sai fare?

Per le prime due ti consiglio di cambiare tecnica di pesca e sceglierne una che utilizza le esche artificiali come spinning, casting, eging, jigging. Cerca sul blog.

Se non sai fare un calamento da SurfCasting, continua a leggere questo articolo e imparerai in pochissimi tempo.

Cos’è un calamento da SurfCasting?

Il calamento o montatura da SurfCasting è quello spezzone di nylon che si lega tramite un asola ad un aggancio rapido posto all’estremità della lenza madre. Questo calamento deve essere opportunamente creato per rispondere in maniera ideale alle condizione del mare.

La montatura inizia con lo Shock leader, uno spezzone di nylon di un diametro maggiore rispetto alla lenza madre che va agganciato alla lenza madre tramite un nodo tipo uniknot.

Questo spezzone di nylon più robusto serve per assorbire lo stress del lancio per il peso a cui viene sottoposta la lenza che potrebbe rompersi.
Allo shock leader andrà agganciato il nostro calamento.

Attenzione al nodo, deve essere fatto con cura altrimenti vedrai volar via il tuo calamento con tutto lo shock leader!

Se non hai bisogno di raggiungere grandi distanze, il consiglio è evitare di usare lo shock leader e agganciare il calamento direttamente alla lenza madre.

Lenza madre o Shock Leader con girella o aggancio rapido a cui collegare il calamento da surfcasting
Lenza madre o Shock leader con girella o aggancio rapido a cui collegare il calamento (long arm)

Esistono vari tipi di calamenti da SurfCasting, essi variano in base alle condizioni del mare, se mosso, poco mosso o in turbolenza, in base anche al tipo di lancio che effettueremo e alla distanza che andrà coperta e infine anche in base alla preda che si vorrà insidiare.

Calamento da SurfCasting “Long Arm”

Se il mare si presenta poco mosso, possiamo utilizzare la montatura Long Arm. Costituito da uno spezzone di filo di diametro variabile dallo 0,35 allo 0,5 e di lunghezza compresa fra 1,5 e 3 metri , con bracciolo di max 2 metri con amo e girella ai due lati e piombo legato ad un aggancio rapido in fondo alla montatura.

Si usa per invogliare le prede più apatiche ad cacciare ed abboccare.

Calamento surfcasting Long Arm
Montatura Long Arm

Calamento da SurfCasting “Short Arm”

Per le situazioni di mare mosso invece, possiamo usare la montatura Short Arm, molto simile al Long Arm è un semplice spezzone di nylon lungo 80 cm e di diametro compreso fra lo 0,40 e lo 0, 60.
Si tratta di un calamento più corto, ideale a resistere ottimamente ai grovigli, risultando meno mobile del long arm.

Calamento da SurfCasting “Pater Noster”

Ma le condizioni in cui il SurfCasting si presta molto bene e dà il meglio di sè sono il mare in turbolenza con vento e correnti sostenute che creano molta schiuma. In questi casi il calamento maggiormente utilizzato dai surfcaster è il Pater Noster.

Calamento surfcasting Pater Noster

E’ costituito da uno spezzone di nylon dello stesso diametro dello shock leader , al quale sono collegati 2 braccioli dello 0,40-0,50, più corti e quindi meno mobili rispetto al long arm, dai 30 cm ai 130 cm , con ami dal n.1 al n. 10. I braccioli sono disposti a 10-30 cm sia dal piombo che dal capocorda superiore.

Questo calamento si presta molto bene ad essere utilizzato con due esche diverse, dedicate alla cattura di diverse specie ittiche.

Ad esempio, per pesci che amano cacciare sul fondale, possiamo innescare l’arenicola sull’amo vicino al piombo per insidiare ad esempio ombrine e mormore, mentre innescheremo pezzetti di sarda con un pop-up vicino all’ amo per tenerlo vicino alla superficie potendo così insidiare leccie stella, occhiate e sugarelli.

Calamento da SurfCasting “Short Rovesciato”

Per il mare mosso possiamo usare anche un altro calamento da SurfCasting, Short rovesciato, costituito da un bracciolo medio/corto, fino ad 1.2 metri montato vicino al capocorda superiore su un trave con piombo fisso.

Calamento surfcasting Short rovesciato
Montatura Short Arm

E’ un terminale sensibile, perché la tocca su un bracciolo distante dal piombo appare più nitida, rilevando anche pesci di taglia minore.

Esistono inoltre molte varianti di questi calamenti, ma questi sono la base per la pesca a SurfCasting.

Tutto ciò che ti serve per creare questi calamenti lo trovi su Fishop qui, ti basterà selezionare la sotto tipologia che ti interessa fra moschettoni, girelle, piombi etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *