Pescare con i Vermi, meglio vivi o morti?

Vermi per Pescare, meglio vivi o morti?

Se vuoi pescare con i vermi devi sapere dove prenderli, come conservarli, quali pesci puoi prendere e qual è il loro ciclo di vita. Devi anche sapere qual è la differenza fra pescare con i vermi vivi o morti e quale dei due metodi è migliore.

Dopo aver parlato delle esche artificiali, vediamo in questo articolo di capire come trattare e usare le esche naturali, valutando tutti gli aspetti di una battuta di pesca con i vermi morti e vivi.

Perché pescare con i vermi morti

Chi decide di pescare con i vermi morti sa benissimo che molte specie di pesci sono attirati dall’odore e del sapore che emanano i vermi morti e dal loro sangue che viene rilasciato nell’acqua.

Molte specie di pesci sono infatti più attirati dall’odore che non dalle vibrazioni che percepiscono per i movimenti dei pesci. Un caso famoso è lo squalo che caccia seguendo l’odore e il sapore del sangue dei malcapitati che cadono sotto il suo assedio.

Se poi viene aggiunto ai vermi sale o olio di tonno, oppure i vermi vengono mescolati a purè di pane o altra esca macinata, l’esca che si crea sarà ancora più appetibile.

Il verme morto deve essere in buono stato?

Il verme non deve essere morto da troppo tempo, altrimenti va sostituito. Se hai appena recuperato l’amo e hai pescato per una mezz’ora, il verme sarà affogato ma se ancora in buono stato e con una buona struttura corporea potrai continuare a pescare.

Soprattutto se peschi nella corrente, non ci sarà alcuna differenza a pescare col verme vivo o morto, se sarà morto ci penserà la corrente a muoverlo come se fosse vivo.

Se invece i vermi sono stati esposti al calore del sole e sono essiccati e induriti, è ovvio che li dovrai buttare perché avranno un odore scoraggiante e si disintegreranno completamente.

I vermi secchi saranno molto fragili, molto difficili da inserire sull’amo e non saranno attraenti per i pesci. A meno che tu non abbia altra scelta, evita di usare esche morte in cattivo stato. Scegli sempre i vermi più sani che puoi, anche se morti.

I pesci preferiscono i vermi vivi o morti?

L’esperienza ci insegna, i vermi vivi sono più catturanti di quelli morti. Anche se tentiamo di mantenere in buono stato un verme morto in modo che appaia comunque appetibile, un verme vivo attrae di più i pesci.

Non basta infatti l’odore e il sapore del sangue, a parte il fatto che un verme appena morto puzza e rilascia sangue in acqua per pochissimo tempo, poi il suo effetto attraente viene perso e dovrai sostituire il verme.

I pesci come i bass o le trote, preferiscono attaccare un verme che si contorce piuttosto che uno immobile. Vediamo perché.

Perché pescare con i vermi vivi

Sono molti i vantaggi di pescare con i vermi vivi, primo fra tutti il fatto che il contorcersi dei vermi sull’amo attira molto i pesci, in secondo luogo i vermi sono esche economiche da acquistare, sono abbondanti nelle scatole vendute nei negozi e molto facili da agganciare all’amo.

Perché pescare con i vermi vivi

I pesci li adorano perché sono ricchi di proteine, ma soprattutto sono adatti per l’uso in fiumi dove la corrente è forte. Sono anche facili da riporre, molti pescatori li tengono in frigorifero e possono essere conservati a lungo.

Quale pesce morde i vermi?

Quasi tutti i pesci d’acqua dolce sono attirati dai vermi vivi, le prede più frequenti sono cavedani, barbi, carpe, carassi, tinche, scardole, pesci gatti, pesci persici, persici trota, breme, gobioni, gardon e vaironi.

Anche in mare si può pescare con i vermi con molte tecniche di pesca per catturare saraghi, sugarelli, sgombri, occhiate, leccie stella, aguglie e naturalmente le spigole.

Pesca dei saraghi con i vermi

Ma i pesci mangiano naturalmente vermi?

La domanda vuole rispondere ad un curioso quesito, cioè perché i pesci si sono abituati a mangiare i vermi? Li trovano facilmente in acqua?

Assolutamente no, i vermi glieli presentiamo noi pescatori come esca, i vermi non nuotano e addirittura affogano nell’acqua, quindi da soli non vi entrano mai.

Questo è il motivo per cui i vermi fuggono rapidamente dal terreno e li vedi strisciare e morire sui passi carrai durante un temporale costante. Quindi è estremamente raro che un pesce incontri un verme in modo naturale.

Solo un evento fortuito potrebbe portare un verme in acqua, in un lago o in un fiume, come ad esempio un acquazzone che accidentalmente li trascina nell’acqua.

L'acquazzone può trascinare i vermi in un lago o fiume, se non affogano prima

E’ un evento molto raro e certamente non qualcosa che potrebbe sviluppare un “comportamento appreso” nei pesci per identificare i vermi come cibo.

Forse milioni di anni fa c’era un antenato dei lombrichi che si comportava bene nell’acqua e su cui i pesci si sono abituati a considerarli un loro pasto naturale.

Comunque sia, i pesci amano tanto i vermi anche se certamente non li incontrano nella vita reale senza che gli umani ne siano coinvolti.

Pro e contro sui vermi acquistati in negozio

Sempre secondo l’esperienza di molti pescatori, i vermi presi direttamente dal terreno, magari nel proprio giardino, sono più vivaci e attirano molto di più i pesci di quelli acquistati in negozio.

Vermi da giardino

Questo perché i vermi da giardino saranno più abituati alle alte temperature rispetto ai vermi del negozio abituati a stare nelle basse temperature dei frigoriferi.

Scatola di vermi coreani da frigorifero
Vermi in scatola dei negozi

I vermi da frigorifero dureranno molto poco se esposti all’aria calda per troppo tempo. D’altra parte però la praticità e la comodità di acquistare le scatole di vermi in negozio non ha paragoni.

Come posso mantenere vivo il mio verme per la pesca?

Diventa difficile tenere in vita i vermi quando stai pescando. Ti consigliamo di portare un dispositivo di raffreddamento e tenerli dentro quando non li usi.

Questo dispositivo di raffreddamento dovrebbe essere separato da quello in cui stai conservando il cibo, perché i coperchi sui pacchetti di vermi sono inclini a saltar fuori, soprattutto se i tuoi bambini continuano a giocarci.

Se non hai due dispositivi di raffreddamento e non vuoi mettere i tuoi vermi e il cibo nello stesso, puoi rendere il loro contenitore un po ‘più freddo mettendo un cubetto di ghiaccio o due in un sacchetto di plastica e poi seppellendolo il contenitore del verme.

Alcune persone mettono semplicemente i loro vermi in un secchio di ghiaccio. Che ci crediate o no, questo in realtà li mantiene bene (assicuratevi solo che il ghiaccio sia bagnato prima di aggiungere i vermi o i vermi umidi aderiranno al ghiaccio).

I vermi possono rimanere in vita nell’acqua per lunghi periodi di tempo, quindi anche se il ghiaccio si scioglie, saranno ancora vivi e utilizzabili.

Come posso nutrire i miei vermi?

Se hai intenzione di tenere vivi i vermi per un lungo periodo di tempo, dovrai capire come nutrirli. Ti consigliamo di dar loro da mangiare una volta alla settimana.

Esistono diversi alimenti a base di vermi prodotti sul mercato che vengono pubblicizzati con numerose vitamine e sostanze nutritive che aiuteranno i tuoi vermi a crescere mentre aspetti di usarli.

Se terrai i vermi in frigorifero per non più di 3-4 settimane, puoi usare i fondi di caffè.

Fondi di caffè per nutrire i vermi
Fondi di caffè

È un sottoprodotto che già possediamo nelle nostre case, quindi non c’è necessità di andare a comprare qualcosa di nuovo ed è buono anche per l’ambiente.

Perché muoiono i vermi?

A volte i vermi muoiono per ragioni sconosciute durante la spedizione o lo stoccaggio nel negozio di pesca. Ti consigliamo di aprire ogni contenitore per vermi e dare un’occhiata e soffiare.

Una scatola di vermi morti o morenti avrà spesso una muffa bianca come sostanza che cresce nel contenitore e avrà un odore molto cattivo. Quello che vuoi è un terreno pulito e scuro che profuma di terreno.

Supponendo che tu li abbia acquistati vivi e che in seguito siano morti, la ragione più probabile della loro sventura è che sono diventati troppo caldi, poiché temperature superiori a 77 ° F (25 ° C) li indeboliscono e alla fine muoiono. Maggiore è la temperatura, più veloce è la loro morte.

I vermi inoltre muoiono quando perdono troppa umidità. Questo è il motivo per cui vengono confezionati in un po’ di terreno. Hai mai notato quanto all’inizio sia molto bagnato e disordinato?

Quell’umidità mantiene la tua esca viva e contorta. Alla fine, i vermi muoiono perché le creature come i pesci li mangiano. Questa è l’unica morte a cui stai mirando.

Il ciclo di vita dei vermi

I vermi passano attraverso alcune fasi sulla strada verso una morte “in the box”:

  1. Iniziano vivi, paffuti, succosi e difficili da strappare o rompere;
  2. Cominciano a perdere umidità e diventano più sottili e appiccicosi. Mentre questo continua, iniziano a diventare più deboli e hanno maggiori probabilità di strapparsi;
  3. Alla fine si asciugano così tanto da diventare duri come le rocce.

Otterrai il massimo uso dai tuoi vermi quando sono nella prima fase perché hanno il miglior equilibrio tra durata e attrattiva. Cosa intendo con questo?

Durabilità = la loro capacità di resistere al morso dei pesci senza essere strappati via dall’amo.

Appetibilità = la probabilità che un pesce sia attirato dal verme al punto da volerlo “mordere”.

Al contrario, se si utilizzassero vermi già arrivati nella seconda fase, il pesce sarebbe in grado di rubare l’intera esca in una volta sola, perché il verme avrà perso gran parte della sua durata.

Dovremmo quindi cambiare esca ad ogni lancio, il che farebbe finire la giornata di pesca in fretta.

In conclusione:  Mantieni vivi i tuoi vermi

Se vuoi pescare con i vermi e avere le migliori possibilità di successo, dovresti fare il possibile per mantenere in vita i tuoi vermi prima e durante la battuta di pesca. Dalla mia esperienza, i vermi vivi funzionano meglio di quelli morti.

Anche se i pesci non hanno una preferenza per il verme vivo o quello morto, la pura durabilità dell’esca mentre è viva e umida ti assicurerà un maggiore uso e avrai meno frustrazione.

In breve, segui questi semplici passaggi per far durare di più i tuoi vermi per la tua battuta di pesca:

  1. Controllare il contenitore del verme nel negozio per assicurarti che i vermi siano vivi e che il contenitore abbia odore di sporcizia anziché carne in decomposizione;
  2. Conserva i vermi in un luogo fresco e buio dove loro e il loro terreno non si possano seccare;
  3. Nutri i vermi con i fondi di caffè almeno una volta alla settimana se devi conservarli a tempo indeterminato;
  4. Durante la battuta di pesca, mantieni il verme penzolante nell’acqua in modo che non si asciughi.

Mantenere vivi i vermi prima e durante la battuta di pesca è un obiettivo raggiungibile che ti aiuterà a trascorrere dei momenti migliori in acqua.

Tecniche di pesca con i Vermi

Se vuoi pescare con le esche naturali e più in particolare con i vermi, le tecniche che userai saranno senza dubbio il Surfcasting o la Bolognese per la pesca in mare, l’Inglese o ancora la Bolognese per la pesca in acqua dolce.

Ma possiamo usare i Vermi anche a Traina costiera per insidiare le spigole e a Feeder in acqua dolce per le carpe usando i bigattini o i lombrichi.

Come attrezzatura per il Surfcasting Fishop consiglia la Hexagon 200 di Italcanna:

Hexagon 200 - canna da Surfcasting per pescare con i vermi

Come mulinello l’Ultegra 10000 XSA è molto affidabile:

Hexagon 10000 XSA da Surfcasting

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *