Come Pescare a Shore Jigging dalla costa

Come Pescare a Shore Jigging dalla costa

Abbiamo parlato della pesca a Jigging dalla barca, ma il Jigging è una tecnica che si può effettuare anche dalla costa. Vediamo come pescare a Shore Jigging dalla costa, con quale attrezzatura e come animare le esche artificiali.

Pescare a Shore Jigging dalla costa, o Jigging da terra appunto, implica il lancio di esche pesanti, più o meno gli stessi jigs che si usano nel Light Jigging dalla barca, in varie zone sottomarine profonde, raggiungibili alla costa.

I posti migliori per questo tipo di pesca includono scogliere rocciose, banchine, moli e pontili. Il cuore di questa entusiasmante tecnica sta nella frenetica azione della canna e del jig.

L’azione di pesca dello Shore Jigging

La differenza con il Jigging dalla barca, che prevede di lasciare affondare il jig fino a toccare il fondale, è che le esche metalliche devono essere lanciati con la canna, ecco perchè è possibile utilizzare sia canne specifiche da Shore Jigging che canne da Spinning pesante.

Non c’è un modo corretto o sbagliato di animare i jigs in questo tipo di pesca. Puoi sperimentare e combinare varie presentazioni diverse durante ogni lancio: puoi recuperare il jig velocemente con jerk rapidi e ripetuti della canna, o con jerk lenti.

azione di pesca dello Shore Jigging

Oppure puoi sondare la superficie dell’acqua con recuperi molto veloci e lineari, o effettuare il classico recupero a dente di sega facendo affondare il jig sul fondo e recuperarlo più o meno velocemente per poi farlo ricadere di nuovo sul fondo.

Per il massimo impatto, potresti prendere in considerazione l’idea di combinarli con un tradizionale recupero rapido ad alta velocità. Il movimento del jig durante la sua caduta può inoltre aiutare ad innescare la reazione del pesce.

Le Prede e l’Attrezzatura dello Shore Jigging

Le prede tipiche dello Shore Jigging sono ricciole, dentici, barracuda e cerniotte fino ai pelagici del periodo invernale come le meravigliose lampughe o i tunnidi (alletterati, palamite, tombarelli, piccoli rossi), saraghi e occhiate.

L’uso di attrezzatura leggera e dimensioni di jigs più piccole può essere un modo molto produttivo di prendere di mira anche alcune specie di pesci più piccoli.

I colpi sono generalmente forti e le lotte a dir poco spettacolari, soprattutto considerando il fatto che spesso dovrai posizionarti sull’orlo della scogliera, con poco spazio per manovrare e un grande, potente pesce sull’altro capo della linea.

Se vediamo che c’è movimento in acqua ma non arrivano gli attacchi sul jig, è importante tentare ancora cambiando modalità di recupero del jig, dalla superficie agli strati più profondi.

Sarà di aiuto innescare anche Popper e Wtd che possono contribuire a innescare quella frenesia alimentare o semplicemente quella territorialità da riconquistare.

L’attrezzatura da Shore Jigging.

Come già anticipato, le canne per pescare a Shore Jigging possono essere quelle potenti dello Spinning, capaci di lanciare jig fino a 80-200 gr. Secondo il tipo di fondale e di corrente presente nello spot, puoi anche utilizzare canne medio-potenti per lanciare jig dai 30 ai 70 gr, abbinate a trecciati da 30 a 50 libbre con spezzone di fluorocarbon come shock leader di libbraggio superiore.

Ma è anche un dato di fatto che l’enorme popolarità del Jigging da terra ha portato alla nascita di una nuovissima categoria di canne da Spinning, progettate appositamente per questo scopo, e molti dei migliori produttori ora vantano tali canne nelle loro offerte.

Le canne e i mulinelli da Shore Jigging

Alcuni dei modelli di pesca costiera più popolari includono: Zenaq Muthos, e Shimano Coltsniper.

Canna da Shore Jigging Zenap Muthos

I mulinelli più amati utilizzati per pescare a Shore Jigging sono sicuramente simili a Shimano Stella SW e Daiwa Saltiga, ma ci sono anche molti fantastici mulinelli nella fascia di prezzo più bassa, come Shimano Saragosa, Fin-Nor Inshore e Penn Conquer, tutti nelle misure da 4000 a 6500.

Canna da Shore Jigging Shimano Coltsniper BB 900M

Non dovrebbe essere un problema trovare un modello su Fishop adatto alle esigenze di quasi tutti i pescatori. La bobina deve avere un rapporto di trasmissione elevato e deve essere in grado di avvolgere perfettamente la lenza.

Mulinello da Spinning/Shore Jigging Shimano Stella SW 5000
Shimano Stella SW

Il mulinello deve essere anche impermeabile alla salsedine, ma le due cose a cui dovremmo prestare più attenzione per quanto riguarda la resistenza sono il fatto che deve essere super preciso e in grado di sopportare un’alta tensione massima.

Mulinello da Spinning/Shore Jigging Daiwa Saltiga 6500H
Daiwa Saltiga 6500H

Questo tipo di pesca metterà davvero alla prova la tua attrezzatura, quindi se vuoi che la tua duri anni, è utile prestare molta attenzione a questo tipo di funzionalità, oltre alla qualità.

Tipologie di Jigs: short, long e slow jig

Abbiamo parlato delle esche artificiali e loro recupero in ambiente marino, ora vediamo nel dettaglio queste esche artificiali metalliche utilizzate per pescare a Shore Jigging.

Gli short jig sono chiamati così per il corpo piuttosto compresso e tozzo, prendono molta velocità nel lancio non risentendo dell’azione del vento; sono jig che vanno usati in profondità o per la ricerca a mezz’acqua.

Short metal jig da Shore Jigging, Flash metal jig 150
Short Jig

La forma dei long invece è molto più compressa e tendente ad assottigliarsi, la distribuzione del piombo di zavorra è uguale su quasi tutta la superficie.

Sono più sottili e rifiniti e i punti di forza sono la maggiore manovrabilità e la ridotta velocità di affondamento.

Distribuendo il peso su tutta la superficie avremo un affondamento costituito da varie traiettorie con vortici, questo tipo di movimento ci permetterà di dare solo piccole e lente jerkate alla canna.

Long metal jig da Shore Jigging, Contact Aeno 30
Long Jig

Ci sono inoltre jig per un jigging molto più lento e tranquillo, chiamato Slow Jigging e si effettua anche questo dalla costa.

Lo slow jig, si differenzia principalmente per la forma più panciuta e spessa dei metal impiegati e anche per la modalità di recupero ed animazione dell’esca.

Si utilizzano esche provviste di scanalature, in grado di fargli compiere movimenti scomposti, anche imprimendo jerkate molto meno energiche, un grande vantaggio per il pescatore che non sarà soggetto all’azione stancante e serrata del classico jigging, rapido e veloce.

Si effettuerà infatti un recupero più cadenzato e dolce, fatto di pause e lunghe, decisamente meno impegnativo e più redditizio.

I jig da slow, hanno di doppi ami assist e polpetti siliconici o ami dressati con cristal flash, questo accorgimento sara un ulteriore stimolo per il pesce che, vista la nostra azione più lenta e costante, avrà il tempo di distinguere meglio la potenziale preda ed essere maggiormente motivato ad assaggiarla grazie anche alle maggiori vibrazioni e flash visivi emessi.

Metal jig da Slow Jigging, Cranky 170

Per una corretta azione di jigging lento, dovremmo fare affidamento sul sincronismo fra giro di manovella e oscillazione della vetta della canna, non serve imprimere secche jerkate in questa tipologia di pesca, perchè il jig va accompagnato come se venisse sospinto dai giri del mulinello e rialzato contemporaneamente dalla canna.

Pescare in Sicurezza

Se vogliamo provare a pescare a Shore Jigging, la prima cosa su cui ci dobbiamo focalizzare è la sicurezza. Spesso praticando lo Shore Jigging, ci ritroveremo su scogliere scomode e rese scivolose dalle onde del mare che si infrangono e bagnano la scogliera.

Se poi consideriamo la poca luce prima dell’alba o del tramonto inoltrato e il vento che potrebbe alzare vari schizzi dalla superficie del mare, contribuendo a rendere più dura l’azione di pesca, è importante affrontare la battuta di pesca in sicurezza.

La sicurezza parte dall’abbigliamento, da buone scarpe o stivali in gomma che isolano dall’umidità e che permettono un buon grip sulla scogliera,

Stivali per la sicurezza a Shore jigging

ad un k-way o giacchetto antipioggia, antifreddo e di salvataggio.

Sicurezza a Shore Jigging, giubbotto di salvataggio gonfiabile Skipper 150N - AUTOMATICO

La sicurezza passa anche dagli accessori, è importante avere dietro un coltellino e una corda per legarsi in caso di emergenza ed evitare di finire in acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *