Come Pescare a Carpfishing – Suggerimenti e Tecniche

Come Pescare a Carpfishing - Suggerimenti e Tecniche

Per la maggior parte dei pescatori, catturare le carpe sarà sicuramente una fantastica sfida densa di emozioni. Abbiamo visto in questo articolo come e quando è nato il Carpfishing in Italia, ora vediamo come pescare a Carpfishing.

Scopri in questo articolo i suggerimenti e i trucchi necessari per catturare le carpe in ​​lago con la migliore attrezzatura, le migliori esche e altro ancora.

Le carpe sono pesci d’acqua dolce feroci e combattenti che possono mettere alla prova le capacità di pesca anche del pescatore più esperto. Vediamo innanzitutto dove trovarle.

Laghi, fiumi e stagni, dove andare per trovare le Carpe

Per catturare le carpe, è fondamentale sapere dove trovarle. Di solito, troverai questi incredibili pesci in molte parti del Nord America e dell’Europa. Per questo molti pescatori hanno sviluppato un particolare interesse nei loro confronti.

Questo interesse nasce non per la seppur deliziosa carne delle carpe, ma soprattutto per l’azione di pesca sportiva che ne deriva dal tentare di catturarle.

La carpa è un pesce che si muove molto lentamente per cui se vogliamo catturare gli esemplari piú grandi dovremo avere molta pazienza.

La cosa veramente importante è scovare un buon posto dove, a seconda di determinate caratteristiche, sia più facile insidiare le carpe, in modo da non passare due giorni a pasturare senza vedere neanche una mangiata.

Quali sono queste caratteristiche di uno spot da Carpfishing?

Abitudini delle carpe durante i vari periodi dell'anno

Per pescare a Carpfishing, per prima cosa dobbiamo prestare particolare attenzione alle abitudini delle carpe, abitudini che cambiano da periodo a periodo.

Per esempio in inverno le carpe cercano luoghi dove l’acqua è piú calda, quindi un buon posto potrebbe essere quello vicino alle dighe, in quanto lì ci sono le centrali elettriche e l’acqua sarà sicuramente piú calda.

Invece in primavera ed estate le carpe tendono a muoversi solitarie verso posti ombreggiati e a nutrirsi di notte. Solo nel periodo della frega, che va dalla metà di Maggio a fine Giugno, si muovono in branco e mangiano in acque basse.

We will have to launch our bait near the banks, where carp tend to approach to eat near reeds and grass, that is the area where they find food more easily.

Queste sono le caratteristiche di un buon luogo di pesca, ideale per la carpa.

L’attrezzatura da Carpfishing

Innanzitutto, assicurati di avere l’attrezzatura giusta per pescare a Carpfishing, per quanto riguarda la canna, il mulinello, la lenza e i piombi. Poi parleremo delle esche!

Non è facile catturare le carpe nel lago, perchè sono creature molto sospettose e timide. Il minimo disturbo nella tua lenza potrebbe farli scappare.

Questo è il motivo per cui i pescatori esperti consigliano di utilizzare esclusivi porta canne per mantenere la canna da pesca in posizione e soprattutto ferma. Questi attrezzi sono i “rod pods“:

Rod Pod da Carpfishing

É un reggicanne specifico per il carpfishing, la sua funzione é quella di avvisarci quando la carpa abbocca alla nostra esca. Il rod pod dispone di sensori sonori e scimmiette che ci permetteranno di vedere ed ascoltare le abboccate del pesce.

Le canne si distinguono per la loro lunghezza e potenza.

Per la lunghezza trovi canne di due misure standard: 12 e 13 piedi cioè 3,6 metri e 3,9 metri.

Le 12 piedi ti permettono di pescare nella maggior parte degli spot sia in acqua ferma che in acqua corrente. Le 13 piedi ti consentono di effettuare lanci più lunghi, sacrificando però leggermente la maneggevolezza.

Per quanto riguarda la loro potenza, viene espressa in libbre. Più si sale e più si possono lanciare piombi pesanti. In ogni caso consiglio canne intorno alle 3 / 3.5 libbre di potenza, per avere sempre un attrezzo polivalente.

Per quanto riguarda i mulinelli trovi sul mercato modelli studiati per questa pesca, dotati di 2 frizioni, una classica da utilizzare in fase di combattimento ed una, chiamata bait runner, che permetterà al pesce, una volta allamato, di scappare senza portarsi dietro la canna.

Le dimensioni del mulinello sono notevoli se si considerano altre tecniche di pesca. Si va infatti da misure fra 8000 e 10000 se si pescherà in laghi, canali e fiumi di modeste dimensioni per arrivare fino a 12000 / 14000 se si pescherà sulle grandi distanze.

Shimano XT RB 10000 in promozione su Fishop

Cosa giustifica l’utilizzo di misure così grandi? Il fatto che in bobina sono normalmente caricate lenze in nylon da 0.35 a 0.40 mm di diametro. Questo perché i pesci che andremo ad insidiare potrebbero essere di grosse dimensioni, quindi servono bobine voluminose per imbobinare lenze di grande spessore.

Per quanto riguarda i piombi, verranno collocati nella parte finale della lenza, più precisamente tra quest’ultima e il finale. Ne esistono di due tipi, il piombo in linea, ossia posizionato direttamente sulla girella di collegamento tra lenza e finale e il piombo a perdere, ossia quello posizionato al di fuori della lenza madre tramite apposite clip che facilitano lo sgancio del piombo nel caso di incagli:

Montatura Carpfishing a perdere, piombo posizionato al di fuori della lenza madre tramite apposite clip

Altre cose importanti da avere per pescare a Carpfishing sono sicuramente i kit di avvisatori acustici, perché ci avvisano con un “bip” ogni qualvolta che il filo si muove. 

Questo ci consente di tenerci pronti per quando la carpa abboccherà. Questi avvisatori vanno generalmente avvitati sui rod pods.

Avvisatori acustici da Carpfishing

Per quanto riguarda il benessere del pesce ci sono due oggetti che sono assolutamente indispensabili: un guadino molto ampio

Guadino per Carpfishing

e un materassino ben imbottito. Ricordatevi sempre di bagnare con cura il materassino prima di posarvi la carpa! 

Materassino per carpa

Altro acquisto importante è una sedia, non necessariamente da carpfishing, può andare bene anche una sedia da campeggio. La cosa fondamentale è che sia comoda.

Sedie pieghevole da Carpfishing

Saranno molte le ore di attesa infatti. Per evitare di bagnarsi, o di essere cotti dal sole, consiglio inoltre l’acquisto di un ombrellone da carpfishing o di una piccola tenda riparo, chiamato anche bivvy.

Le montature del Carpfishing

Le montature per pescare a Carpfishing possono essere dotate di tanti accorgimenti utili a migliorare la pesca, ridurre la probabilità di formare grovigli e ad adattare l’azione di pesca alle diverse condizioni del posto che abbiamo scelto per pescare e alla taglia delle prede che vogliamo catturare.

Se decidiamo di pescare con il piombo a perdere, potremmo realizzare due montature diverse, il Safety Rig e il finale a Elicottero o Helicopter Rig.

Safety Rig

Si tratta di una montatura che permette di staccare il piombo in caso di incaglio. E’ una tecnica molto interessante nel caso in cui il piombo, in fase di recupero della carpa, si incaglia a causa di ostacoli nel fondale.

Montatura Carpfishing Safety Rig

In questa situazione critica sarebbe impossibile portare la carpa a terra, ma ci viene in aiuto un sistema di tubicini in gomma che scivolando lungo la lenza liberano il piombo.

Un Safety Bolt Rig, che a mio avviso rimane il finale all round per eccellenza, non ha rivali considerando la globalità delle caratteristiche che possiede.

Helicopter Rig

Un Helicopter deve avere delle caratteristiche ben precise. Venendo utilizzato per la pesca a distanza (60/90 mt.), deve essere assemblato con ami adatti a combattimenti lunghi.

Montatura Carpfishing - Helicopter Rig

Questo significa che è indispensabile l’utilizzo di hook non troppo piccoli, con filo medio o grosso e curva ampia, in modo tale che una volta ferrata la preda sia possibile forzare senza troppi rischi di slamature dovute a lacerazioni o cedimenti del nostro uncino.

La scelta della lunghezza del finale è dipendente solo dal tipo di fondale e dalla distanza che vogliamo raggiungere (un finale corto ruota molto meno di un finale lungo, questo comporta maggiori distanze e sicurezza di presentazione).

Un punto di forza dell’ Helicopter rig è proprio con i fondali melmosi, perché dà la certezza che la boilie rimanga esterna alla melma potendo essere trovata con più facilità.

Questa cosa non avviene se utilizziamo la stessa lunghezza di finale su una montatura in-line, il piombo affondando si porterebbe dietro molto terminale nascondendo conseguentemente l’innesco.

Due sono però i punti critici di questa montatura, l’impossibilità di perdere il piombo in fase di combattimento limita questa montatura ad utilizzi in luoghi con scarsissima presenza di ostacoli; e il fatto che il finale non è in linea con la lenza madre, quindi l’asse di trazione non è ottimale per combattimenti estremi.

Inline Rig

Montatura Carpfishing in linea, con piombo posizionato direttamente sulla girella di collegamento tra lenza e finale

E’ una montatura con il piombo posizionato direttamente sulla lenza madre; la girella del finale va a bloccarsi direttamente nel piombo.

L’autoferrata è garantita quasi al 90%. Entra in azione subito dopo che la baffona aspira la nostra boilies ed è il terminale con il minor numero di slamature.

Questa montatura è ottima su fondali compatti, dove non c’è rischio che il piombo sprofondi, nascondendo parte del terminale e compromettendo la presentazione dell’esca.

Il piombo inline si caratterizza per la massa concentrata nei pressi della girella. Tale caratteristica favorisce l’auto allamata del pesce, il quale, dopo aver aspirato l’esca, troverà subito la resistenza del piombo a favorire la penetrazione dell’amo.

Le esche per il Carpfishing

Esche per Carpfishing

Argomento fondamentale per pescare a Carpfishing, cominciamo subito a descrivere le boilies, di cui abbiamo già parlato in questo articolo.

Le boilies sono esche sferiche formate da farine di diverso tipo, aromi e uova. Hanno una grandezza che varia dai 6 ai 40 mm. Ne esistono una grande varietà.

Si suddividono in affondanti e pop-up (galleggianti), entrambe possono variare nel diametro e nel gusto. Dal gusto fruttato e dolce, a quelle più pungenti come spezie e pesce. 

Generalmente si tendono ad utilizzare sapori dolci e fruttati in primavera ed estatesapori più decisi come ad esempio le spezie e pesce in autunno e soprattutto in inverno. Ma come sempre nella pesca niente è certo.

Poi ci sono le classiche esche, ossia granaglie ed esche naturali come il bigattino.

Esche Carpfishing alternative alle boilies

Quale usare? La scelta è veramente ampia e la confusione anche. Infatti non esiste l’esca perfetta che ci assicura una battuta di pesca di successo, questo perchè le carpe cambiano abitudini alimentari nel corso delle stagioni.

Una boilie che funziona in primavera può essere un fiasco completo in inverno. Una sola cosa certa sappiamo, cioè che il mais è un alimento che attrae le carpe tutto l’anno, Meglio ancora se aromatizzato, in commercio se ne trovano diversi gusti tra cui vaniglia e  fragola.

La pasturazione nel carpfishing

La pasturazione nel Carpfishing

Questa é la parte fondamentale per poter pescare a Carpfishing, bisogna pasturare e sarebbe meglio pasturare anche un paio di giorni prima dell’uscita di pesca.

Possiamo pasturare con le stesse boilies, magari mischiandole con pellets e mais. Si pasturerà nei due giorni prima di pescare con almeno 1 o 2 kg al giorno e poi si pasturerà ogni mezzora durante la battuta di pesca con piú di 100 o 200 grammi di pastura.

Le dosi che vi consigliamo sono per chi pesca in lago ma se state pescando in fiume calcolate quasi il doppio della pastura. Non esagerate, dobbiamo richiamare le carpe, non sfamarle. Una pasturazione eccessiva infatti rischierebbe di compromettere la sessione di pesca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *